Sparabiscotti: l’arma più dolce che c’è!

Alcuni la chiamano anche siringa per biscotti. Viene chiamata sparabiscotti perchè appunto è uno strumento molto veloce per realizzare biscotti dolci e salati. Tranquilli, non è una vera pistola e, dunque, non sto certo parlando di un’arma, nemmeno giocattolo.

La sparabiscotti assomiglia più ad una grossa siringa per farcire, tanto per darvi un’idea ma, anche in questo caso, niente di allarmante o rischioso se non, al massimo, qualche dolcetto un po’ più floscio degli altri…

Questo utensile, nelle versioni casalinga o professionale, altro non è che una sorta di stampo ad espulsione per sagomare i biscotti che, vi assicuro, si sforneranno con risultati sorprendenti. Basta prenderci un po’ la mano, come in tutte le cose, e soprattutto seguire qualche consiglio e piccolo trucco per realizzare al meglio le forme con la sparabiscotti, dalle più classiche alle fantasiose. Si tratta di uno strumento più veloce per realizzare biscotti, un’alternativa alle forme in silicone per biscotti ma con tutte le carte in regola per realizzare un prodotto molto simile a quelli realizzati con gli stampi professionale biscotti.

Scegliere una Sparabiscotti di plastica o di acciaio?

Sparabiscotti in acciaio

Utilissima per gli amanti della pasticceria, ma comoda e particolare anche per realizzare piccole preparazioni salate, la sparabiscotti è, dunque, una siringa per cucina, da riempire con l’impasto specifico preferito (di cui vi svelerò un paio di ricette e qualche segreto), che si può trovare in commercio almeno in due materiali, l’acciaio inossidabile e la plastica.

Diciamo subito che la scelta personale dipende dalla valutazione di alcune varianti, così come vi illustro di seguito, con una sorta di comparazione fra i due materiali:

Pro e Contro

Plastica:

  • Più leggera;
  • Meno costosa;
  • Più facilmente reperibile sul mercato;
  • Più fantasiosa, grazie alle diverse colorazioni.

Acciaio inox:

  • Più durevole;
  • Più costosa;
  • Leggermente più pesante;
  • Più igienica e salutare.

Altre caratteristiche da valutare

Una volta scelta la sparabiscotti del materiale preferito, vi consiglio di fare comunque attenzione anche, e, direi, soprattutto, ad altre caratteristiche importanti, che accomunano entrambi i modelli, necessarie per la buona riuscita dei vostri (e nostri) amati biscotti:

Per esempio:

  • Estrema importanza è data dal cosiddetto “grilletto”, il tirante, cioè, che materialmente “spara” l’impasto in teglia. Deve essere realizzato in un materiale di buona qualità, e perfettamente maneggevole, altrimenti il rischio è che si possa spezzare in caso la frolla risultasse un po’ troppo soda;
  • Da valutare bene è anche la dimensione, e dunque la capacità, del cilindro contenitore dell’impasto, suggerendovi di preferirne uno piuttosto capiente, onde evitare di riempirlo ripetutamente;
  • Naturalmente, poi, è meglio scegliere pistole sparabiscotti corredate da diversi dischi, formine e stampi, per creare dolcetti, o salatini, fantasiosi e sempre differenti pur se, devo dirlo, l’ottima riuscita del lavoro dipende comunque dall’abilità della mano dell’utilizzatore e, perché no, dal suo impegno e passione;
  • Stesso discorso vale per gli ugelli, di cui gli utensili di migliore qualità sono appositamente forniti, per poter creare ulteriori decorazioni sui biscotti, ma anche per torte, muffin, focaccine o, perché no, dei saporitissimi ripieni (mai provato a fare i cannelloni di carne farciti mediante la sparabiscotti?);
  • Infine, non dimenticatevi la qualità degli assemblaggi, fondamentale per la buona riuscita del lavoro. Se, infatti, i componenti non fossero ben fissati e montati, potreste correre il rischio di far uscire l’impasto non solo dalla regolare fessura terminale ma, pasticciando, anche dai bordi, dai contorni o dove, per esempio, viene inserito il disco della dimensione prescelta, compromettendo, lo capite, l’estetica e la bellezza del risultato.

Alcuni Consigli utili

Il segreto per la buona riuscita è principalmente l’impasto, il quale deve essere ben montato, unto e, soprattutto, a base di burro.

Inoltre, ci vuole una certa manualità, ad esempio, per far scendere la frolla dal cilindro, non sollevando continuamente lo stantuffo (movimento da fare solo in fase di riempimento dell’impasto nel cilindro), ma sparando la piccola porzione per ciascun biscotto con un gesto veloce, e alzando velocemente l’attrezzo, di volta in volta.

Infine, per un risultato perfetto, vi raccomando di non imburrare assolutamente la teglia dove vanno posizionati i biscotti da infornare, e nemmeno utilizzare la carta forno per ricoprirla. Questi accorgimenti, che potrei anche definire professionali, sono necessari per far aderire bene la frolla montata alla base di cottura quando viene sparata, staccandosi così subito dal dischetto della pistola.  

Volendo formare dei dolcetti un po’ più grossi, è poi possibile una doppia sparata, una sull’altra, per aumentare il volume sulla teglia, magare per dei golosi biscotti inzupposi da caffelatte, buonissimi e grandissimi!

Cosa fare quando l’impasto non si stacca?

Spesso, non ve lo nascondo, specie per chi è alle prime armi (è proprio il caso di dirlo…), l’utilizzo della siringa sparabiscotti risulta un po’ complicato. Infatti, è abbastanza comune che, le prime volte, l’impasto non si stacchi, rimanendo attaccato al cilindro o all’ugello. In altre situazioni, invece, può essere che cada in teglia ma non nella forma che avremmo voluto, afflosciato, diviso in alcuni pezzi anziché con la sagoma definita che avevamo in mente.

Quale sparabiscotti scegliere

In commercio, si sa, non c’è che l’imbarazzo della scelta per attrezzi ed utensili di cucina e pasticceria e, ovviamente, non fanno eccezione nemmeno le pistole sparabiscotti, più o meno professionali.

Vi segnalo alcuni modelli di sparabiscotti di buona qualità, nella mia cucina utilizzo la sparabiscotti prodotta da Marcato perchè oltre che di buona qualità è fatta in Italia.

Kitchen Craft, Set Pâtisserie: Pistola...
  • Progettato per creare biscotti e decorazioni...
  • Comprende una pistola per la glassa...
  • Otto ugelli in acciaio inox e 13 stampi per...
  • Ugelli per glassa e stampi sono lavabili in...
  • Comprende una custodia ed è protetta dalla...

Lucente nel suo elegante acciaio inox, realizzata in Regno Unito, corredata da 8 ugelli, per punte di differenti misure, e ben 13 formine, per biscotti e salatini fantasiosi.

A me poi piace particolarmente una pistola sparabiscotti tutta made in Italy, dal design elegante e dal brand che ricorda consolidate tradizioni di macchine per cucina e pasticceria, la Marcato S.p.A:

Marcato Biscuits Classic Macchina per...
  • 20 trafile incluse per creare diverse forme...
  • 2 diverse grandezze di biscotti selezionabili
  • Made in Italy: prodotto interamente...
  • Macchina in solido acciaio cromato e lega di...
  • Manuale di istruzioni e ricettario...

Si tratta di un articolo in acciaio cromato e lega di alluminio, dalla linea minimal, con incluse ben 20 trafile diverse per realizzare altrettanti tipi di biscotti dolci e salati.

Ottima, comunque, anche la pistola in plastica, come questa:

Offerta
Tescoma 630534 Delicia Pistola...
  • Ottimo per la preparazione di biscotti dolci...
  • Contiene 10 cerchietti e 6 beccucci...
  • Prodotta in plastica resistente
  • Ottimo per creare biscotti dolci e salati,...
  • Ideale per creare biscotti dolci e salati,...

Che, già nelle tinte, ricorda la dolcezza dei biscotti o la fragranza dei salatini. Economica, facile da usare, contiene 6 beccucci di diverse grandezze, e 10 dischetti per formine e sagome classiche. Leggera e maneggevole, non ha nulla da invidiare alle sue “colleghe” in metallo.

Sparabiscotti professionale

E per finire, ecco quella forse più professionale e, perché no, anche molto simpatica, con le sue formine colorate

Wilton PRO Ultra II Preferito per...
  • Il prodotto include: 3 ricette che sono...
  • Include 12 Cookie dischi: albero di Natale,...
  • Facilmente rendere uniforme decine di...
  • Impugnature antiscivolo barrel base la teglia...
  • hour-glass a forma di barile si adatta...

Questa pistola ergonomica è realizzata in acciaio, con cilindro trasparente, ottimo per vedere la quantità d’impasto rimasta, base antiscivolo e leva easy-squeeze, a presa morbida. La confezione, oltre ai beccucci con cui potrete utilizzarla come perfetta sostituta di una sac a poche comprende anche 12 dischetti per realizzare biscotti fantasiosi, ideali per le feste, come pupazzo di neve o albero di Natale. Se vuoi realizzare dei biscotti per Natale, Pasqua, Compleanno ed altro, questa è perfetta per realizzare forme particolari di biscotti sia dolci e salati.

Ricette dolci e salate da fare con la Sparabiscotti

Ed ora per chi ha bisogno di qualche consiglio in più, vediamo come fare biscotti dolci e biscotti salati con la sparabiscotti.

Ricetta Pasta frolla perfetta per Sparabiscotti

Allora, siete pronti per la ricetta dell’impasto goloso, adatto per la nostra sparabiscotti? Questa è la ricetta perfetta da utilizzare con la Sparabiscotti:

Ingredienti:

  • 200 gr burro morbido a temperatura ambiente (non sciolto);
  • 80 gr zucchero al velo (anche di canna, purché macinato al velo);
  • 1 bustina di vanillina;
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci;
  • 1 uovo intero, non freddo;
  • 300 gr farina (suggerisco metà 00 e metà manitoba);
  • Un pizzico di sale;
  • Buccia grattugiata, solo gialla, di limone (meglio bio, obbligo edibile).

Procedimento:

Per ottenere una perfetta frolla montata, liscia ed omogenea, consiglio la planetaria, con la frusta a foglia o, in caso non l’aveste, almeno le fruste elettriche. Si inizia amalgamando il burro morbido con lo zucchero, sino ad ottenere una massa chiara e spumosa. A questo punto va aggiunto l’uovo intero, continuando a mescolare fino all’assorbimento, dopo di che si incorpora la scorza grattugiata del limone e il pizzico di sale.

Alla crema ottenuta, poco per volta, si aggiunge la farina, che raccomando di setacciare, con la bustina di vanillina e il lievito, amalgamando benissimo tutti gli ingredienti. Quando l’impasto sarà morbido e cremoso, la frolla montata può definirsi pronta. Dovete assicurarvi che non sia né troppo morbida né, al contrario, particolarmente dura da spremere. Naturalmente, all’impasto base potete aggiungere aromi o ingredienti supplementari a vostro gusto, come un cucchiaio di cacao o una tazzina di caffè, per modificare il gusto. State comunque attenti alla consistenza, che deve sempre rimanere densa.

Ma…non di solo dolci vive l’uomo! Eccomi, allora, con un’altra ricettina facile facile che riguarda i salatini, da mettere in forma sempre con la nostra ormai mitica sparabiscottti

Ricetta biscotti salati al formaggio

Biscotti Salati al formaggio per la sparabiscotti

Ingredienti

  • 200 gr di farina (100gr di tipo 00 e 100gr manitoba)
  • 70 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato (o Grana Padano)
  • 150 grammi di burro
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di lievito per torte salate
  • 1 uovo intero a temperatura ambiente
  • Sale e pepe q.b.
  • Aromi a piacere (salvia, rosmarino, semi di papavero o di sesamo, ecc)

Procedimento:

Indicativamente, si prevedono gli stessi passaggi della ricetta per i biscotti, sostituendo lo zucchero con il formaggio da amalgamare col burro come prima operazione. Continuare aggiungendo l’uovo, sale e pepe, il pizzico di bicarbonato e il cucchiaino di lievito, poi procedere con la farina. Aromi, spezie e semi possono essere inseriti a fine montata o prima di infornare.

Che sia dolce o salato, una volta pronto, l’impasto va inserito nella sparabiscotti fino a 3/4 circa del cilindro, premendo bene per evitare bolle d’aria, procedendo con un paio di spinte a vuoto, finché il composto non cominci ad uscire.

Come vi dicevo, sia per i biscotti che per i salatini, è necessario avere una teglia asciutta, ed è consigliabile tenere l’attrezzo in verticale mentre si “sparano” le formine prescelte (si possono anche cambiare durante la preparazione, in modo da avere prodotti da forno di stampi diversi). Riempita la teglia, vi suggerisco di far riposare l’impasto una mezz’oretta prima di salare, o zuccherare leggermente in superficie, e in seguito infornare, a 170, 180° gradi, indicativamente per 15 minuti circa, non di più.

Lascia un commento